LA CULTURA DELLA TAVOLA # 4 – DA ORA IN POI DI CATIA PROIETTI

Claudio è un ragazzino di tredici anni usato dal padre per spacciare cocaina, tanto è minorenne, sveglio e veloce con lo skate. Per quanto molti possano dubitare che la tavola con le ruote vanti delle tradizioni, questa del drug dealer in particolare affonda le sue radici nell’estate dell’amore della seconda metà degli anni Sessanta – Terry Nails è sicuramente uno dei pionieri più significativi, poi uscito pulito, bassista di tanti tra i quali Ozzy – anche se qui non siamo a San Francisco ma a San Basilio. Altro protagonista è appunto il quartiere, del quale l’autrice ne traccia un ritratto vivido, problemi, degrado, droga, rete di relazione e rete di odio/amore che vale per i luoghi e per le persone, colpa ma anche giustificazione (quale miglior scusa per non agire?), fottute radici dei pini che spaccano le strade, e questo per chi skeita è un pensiero. Da San Basilio poi è un attimo per raggiungere il Bunker, lo storico skatepark di Viale Kant, caciara, scuola e suggestive silhouettes contro la luce lunare sull’orlo del vert.

L’esistenza o meno dei generi è un elemento trascurabile, tuttavia è un fatto che certa narrativa sia straordinariamente autoreferenziale. E’ difficile che un non skater legga Tony Hawk, e questo è un problema. E’ un problema perché si guariscono i sani, con la conseguenza che quando vai ad incontrare le istituzioni rimane difficile far comprendere la funzione salvifica dello skate. L’opera di Catia Proietti rende allo skate – che attraversa uno di quei momenti positivi: molto olimpico, molto dinamico, molto energetico, molto fico, molte vans ovunque – un servizio maggiore che altra narrativa più tecnica o più cupa, riuscendo a far comprendere agli adulti il valore della disciplina – soprattutto in epoca di paranoie iperprotettive – e per quale motivo un ragazzino dovrebbe stare tutto il giorno a cadere, rialzarsi, cadere, ecc. Nel libro lo skate insegna a crescere e certi tratti genitoriali assumeranno una forma più umana senza tuttavia rinnegare nulla.

Da ora in poi non è solo un libro, ma rientra in un progetto più ampio nel quale alla chiarezza narrativa di Catia Proietti si aggiungono la capacità di coinvolgere le istituzioni – la prefazione è del pluriolimpionico Daniele Masala, oggi presidente del Comitato Italiano Sport Contro Droga e Dipendenze – e soprattutto un entusiasmo straordinario.

CATIA PROIETTI – DA ORA IN POI – IL CILIEGIO, LURAGO D’ERBA, 2018 – EURO 15

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...