KITESURF – CAPITOLO SECONDO #2

KITESURFING 04

In spiaggia Andrea si trova meglio non tanto perché sono coetanei, ma perché la loro scelta è fatta. Quanti ce ne saranno che all’improvviso faranno una botta da matto? Che lasceranno tutto, abbandonando un lavoro dalle nove alle cinque e una moglie e due figli per una con vent’anni di meno e per aprire un chiosco bar alle Canarie? Sono tutti professionisti e quella che sembra una botta da matto è solo qualcosa che si possono permettere perché hanno le spalle coperte. Non c’è proprio nulla che potrà deluderlo come può farlo uno di diciassette anni che sembra sveglio, ribelle, promettente. Ha anche constatato, però, che la maturità non c’entra assolutamente nulla. Anzi. Sono litigiosi, hanno un’aggressività che un diciassettenne non la prova nemmeno contro un padre poliziotto. E poi, ma non ci si poteva fare proprio niente, ci sono tutti i poser della vita stessa, i dj storici dipendenti pubblici fancazzisti, i comunisti in barca a vela, le maestre elementari tatuate ubriache di sangria, i commercialisti con la band di metallo.

– Mi sono arrivate un po’ di ali nuove ma sto troppo impicciato, perché non mi dai una mano?
– Ma lo sai che in acqua sono una pippa.
– Non è roba da acqua, sono foil a celle aperte da terra. Anzi, sono poco più che trainer. Lo sai come funziona, no? Poi magari trascina qualcuno verso i kite da acqua che rimangono il core business.
– Sì, il core business… – qualcosa per arrotondare non gli dispiacerebbe, ammesso che ci scappi – E cosa dovrei fare?
– Basta che li fai vedere e volare. Lo sai che in finale mi frega e non mi frega.

Intanto il ragazzo in acqua continua a gridare occhiooooooo. Prova un darkslide ma è troppo lento e finisce col dare una violenta facciata.

– Emiliano lo vedo proprio in gran forma – dice Andrea indicando il kiter che si è rialzato e nonostante ciondoli un po’ di qua e di là mezzo intontito sta tranquillizzando la ragazza.
– Mai visto meglio.

© Riproduzione riservata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...